Via Savonarola, 88, Perugia
Tel/Fax 075 33390 | Cell. 328 46.75.591 – 349 29.03.197
info@mg2comunicazione.it

MEDIO ORIENTE, DAL COMUNE DI PERUGIA LA RICHIESTA DI UN IMPEGNO CONCRETO PER LA PACE

MEDIO ORIENTE, DAL COMUNE DI PERUGIA LA RICHIESTA DI UN IMPEGNO CONCRETO PER LA PACE

(politica – 8 giugno 2021) Una voce che rompe il silenzio, perché anche gli Enti locali tornino a farsi sentire per chiedere il rispetto del diritto internazionale. E bene che questo segnale arrivi da Perugia, da sempre città simbolo di pace. Esprime grande soddisfazione Lucia Maddoli, consigliera del gruppo civico di opposizione Idee Persone Perugia, per l’approvazione in Consiglio Comunale, lunedì 7 giugno, della mozione urgente presentata dal gruppo e dedicata alla drammatica situazione in Medio oriente. “Ora anche Perugia – sottolinea Maddoli – si è impegnata a chiedere al Governo italiano di assicurarsi che Israele faciliti le operazioni di soccorso e assistenza umanitaria nella striscia di Gaza, garantendo l’apertura dei varchi per il passaggio dei mezzi e persone di soccorso. E di farsi promotore, in sede ONU e di Unione Europea, di una determinata azione diplomatica di pace basata sul rispetto del diritto internazionale”. Si fermi quindi l’espropriazione e la demolizione delle case a Gerusalemme Est e gli insediamenti illegali in Cisgiordania; si rimuovano gli ostacoli che impediscono le elezioni libere e regolari in Cisgiordania, Gerusalemme Est e nella Striscia di Gaza; si agisca in sede ONU per un immediato riconoscimento dello Stato di Palestina come membro a pieno titolo delle Nazioni Unite, per permettere ai due Stati di negoziare direttamente in condizioni di pari autorevolezza, legittimità e piena sovranità. “Per costruire vera pace e sicurezza per entrambi i popoli in quella terra martoriata – prosegue Maddoli – occorre rimuovere alla radice le ingiustizie alla base del conflitto israelo-palestinese, che inevitabilmente alimentano posizioni estremiste e violente, a partire dalla applicazione delle numerose risoluzioni delle Nazioni Unite sulla questione e dal riconoscimento del diritto del popolo palestinese ad un proprio stato e al pieno godimento dei diritti umani”.