TRADUZIONE E INTERPRETARIATO PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL’IMPRESA. PRESENTATO A PERUGIA IL NUOVO CORSO DI LAUREA MAGISTRALE

12.06.2017 Medling 3(formazione) – Risponde ad una reale esigenza del mercato del lavoro, quella della formazione di interpreti e traduttori specializzati nel mondo dell’impresa a livello globale, il nuovo corso di Laurea Magistrale in Traduzione e Interpretariato per l’Internazionalizzazione dell’impresa, presentato ufficialmente lunedì 12 giugno nella sede della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Perugia, a Case Bruciate. Nato dalla collaborazione tra l’Istituto perugino e l’Università per Stranieri di Perugia, il corso unisce le competenze accademiche, di ricerca e di formazione di entrambi e “va a colmare il vuoto – ha spiegato Catia Caponecchi, direttrice dell’Istituto perugino – sottolineato dalle continue richieste di molti studenti, nel corso di questi anni, che avrebbero voluto proseguire dopo la laurea triennale con un percorso formativo specialistico, di livello accademico, nell’ambito dell’interpretariato per l’impresa”. All’incontro di presentazione di lunedì è intervenuto Giovanni Paciullo, Magnifico Rettore dell’Università per Stranieri di Perugia, che ha ringraziato l’istituto perugino “con cui nel tempo le strade si sono incontrate diverse volte: finalmente siamo riusciti a concretizzare questa stima reciproca che ci lega. Con questo nuovo Corso di Laura Magistrale possiamo rispondere ad un’esigenza sempre più diffusa nel mercato del lavoro, quella cioè di professionisti con una formazione specifica e approfondita ma anche ampia, pronti a lavorare con efficacia in team”. Quello dei traduttori e interpreti è un ruolo strategico in un mondo dell’impresa che deve far sempre più i conti con la dimensione internazionale dei mercati, come emerge anche dai dati di una recente ricerca Common Sense Advisory presentati nel corso dell’incontro. Nel periodo 2014-2016, infatti, il mercato dei servizi linguistici è cresciuto in tutto il mondo del 5,2%, e c’è una sempre maggiore propensione a fare acquisti di beni e servizi nella propria lingua madre. Da qui la necessità, per un’azienda, di dotarsi di professionisti che siano in grado di fornire gli strumenti utili per proporsi con successo in mercati di paesi diversi da quello di origine. Nel corso del pomeriggio, dopo i saluti di Lorenzo Lanari, preside della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici, sono seguiti gli interventi di Enrico Terrinoni, presidente del Corso di Laurea, Isabella Preziosi, Coordinatore Didattico dell’Istituto perugino, e di alcuni esponenti del mondo del lavoro che operano nell’ambito dell’internazionalizzazione, come Sara Martellini, Senior Translator per la lingua italiana per Facebook Ltd., Katharina Schellinger, titolare del Centro di Consulenza Linguistica – Studio FÜNF e Viviane Cifali, Export Manager Cantine “Arnaldo Caprai”.

Download PDF
Share This Post On