L’EVOLUZIONE UMANA A TEATRO. A CASTIGLION FIORENTINO ARRIVA IL FILOSOFO TELMO PIEVANI

Telmo-Pievani 2(cultura) – Filosofo e storico della biologia, esperto di teoria dell’evoluzione, autore di numerose pubblicazioni nel campo della filosofia della scienza. A Castiglion Fiorentino arriva Telmo Pievani, ospite di livello internazionale, un vero e proprio scienziato divulgatore di razza, che incontrerà il pubblico per condurlo in un viaggio attraverso le tappe (per niente scontate) dell’evoluzione umana. Si tratta di un appuntamento più unico che raro per incontrare una delle menti più brillanti del nostro tempo nella splendida e intima cornice del Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino. L’incontro, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Castiglioni, dal titolo L’evoluzione umana, una storia al plurale (e piena di sorprese), si terrà venerdì 1 dicembre, alle 21.15 ed è ad ingresso gratuito. Si tratta di una serata fortemente voluta da Massimiliano Lachi, assessore alla Cultura del Comune toscano e che segna una delle tappe più alte di un percorso intrapreso oltre un anno fa con gli Stati Generali della Cultura. Come spiega Lachi: “Questa serata rappresenta una delle occasioni più preziose, e rare, di condivisione del sapere e delle conoscenze. Sarà un momento capace di accendere riflessioni e dibattiti accattivanti e sui generis, infrangendo stereotipi e schemi mentali.
È così che prosegue il nostro “cantiere” nell’intenzione, sempre viva e partecipata, di portare avanti un progetto che, nato come sfida, si è affermato con favore ottenendo convincenti riscontri”.
Saranno messe al centro dell’incontro con Telmo Pievani la ricerca di nuove traiettorie, nuove vedute, spazi creativi d’indagine che possano intrecciarsi e potenziarsi, intessendo la trama in fieri degli Stati Generali della Cultura.
Come anticipa il filosofo nella nota al programma della serata: “Gli ultimi anni sono ricchissimi di sorprese e di avanzamenti nello studio dell’evoluzione umana, il cui quadro appare molto più interessante e variegato del previsto. Grazie alla convergenza di dati molecolari, fossili e paleoecologici, la discendenza degli ominidi si presenta oggi come un “cespuglio” lussureggiante di specie, spesso conviventi fino a tempi recenti, con una molteplicità di soluzioni adattative eterogenee. Fino a una manciata di millenni fa non eravamo la sola specie umana sul pianeta, ma condividevamo i nostri territori con almeno altre quattro specie del genere Homo, la cui estinzione recente resta un mistero. Le ultime notizie sull’evoluzione umana sono davvero sorprendenti e ci portano a riscrivere ampie parti di ciò che sta scritto nei manuali scolastici”. Telmo Pievani si fermerà anche sabato 2 dicembre a Castiglioni per l’incontro con le scuole dal titolo Nati per uccidere?

Download PDF
Share This Post On