GUBBIO DOC FEST. QUATTRO GIORNI DI NOTE, INCONTRI, ARTE E NATURA IN “DIREZIONI OSTINATE E CONTRARIE”

Gubbio DOC Fest 17 conf stampa 1(cultura) – Musica, con gli Afterhours, Enrico Ruggeri e i Decibel, i Fast Animal and Slow Kids, e Fuochi sulla collina, l’evento omaggio a Ivan Graziani di e con Andrea Scanzi e Filippo Graziani. E poi mostre fotografiche, proiezioni, incontri, degustazioni, percorsi e una mostra mercato per raccontare vita, sapori e colori dell’Appennino umbro-marchigiano. Torna in Umbria, dal 3 al 6 agosto, il Gubbio DOC Fest – Direzioni Ostinate e Contrarie, rassegna in cui le diverse declinazioni dell’arte si incontrano in un programma originale di promozione delle eccellenze di questo suggestivo angolo di Cuore Verde d’Italia. Il Gubbio DOC Fest – presentato questa mattina in conferenza stampa – arriva quest’anno alla sua IV edizione proponendo concerti serali nella piazza Grande di Gubbio, autentica terrazza sulla meraviglia dell’Umbria, e una serie di appuntamenti ed eventi, dedicati ai saperi e sapori dell’Umbria, negli spazi più affascinanti del centro storico eugubino.

Questa mattina la conferenza stampa di presentazione: le dichiarazioni

Filippo Mario Stirati, sindaco del comune di Gubbio: “Il Gubbio DOC Fest è un patrimonio della città, un punto di riferimento dall’indiscutibile valore etico, civile e culturale oltre che di promozione della nostra città”.
Oderisi Nello Fiorucci, assessore al Turismo del comune di Gubbio: “Un grande ringraziamento va da parte nostra ai promotori del Gubbio DOC Fest, che anche quest’anno sono riusciti a proporre un programma ricco e variegato, per tutti i gusti, tra musica e valorizzazione delle eccellenze del territorio”.
Mario Monacelli, associazione Insieme: “Ringraziamo tutti coloro che con il proprio lavoro ci hanno permesso di proporre un programma di altissimo livello. Crescono le collaborazioni e le iniziative legate al Gubbio DOC Fest, e di questo dobbiamo dire grazie anche ai giovani dell’associazione”.
Alla conferenza stampa sono intervenuti anche:
Dario Bastiani e Letizia Bonci, dell’associazione Insieme, che hanno presentato le iniziative legate al programma DOC Natura: incontri, mostre fotografiche, mostra-mercato e la consueta cena di chiusura, in collaborazione con l’Università dei Muratori di Gubbio, quest’anno dedicata ai prodotti provenienti dalle aree colpite dai terremoti dell’anno scorso;
Raffaele Capponi, della Cia Umbria, che ha presentato l’avvio della collaborazione tra il Fest e la sezione umbra della Confederazione italiana agricoltori, che darà vita alla mostra-mercato ospitata dal 3 al 6 agosto agli Arconi di palazzo dei Consoli;
Maurizio Biancarelli, fotografo, che ha presentato la sua mostra fotografica dedicata ai Sibillini, che verrà ospitata – insieme a quella sul paesaggio della Serra di Burano – nella sala dell’Arengo di palazzo dei Consoli e nella Taverna dei Capitani.

I concerti e gli spettacoli: Afterhours, Ruggeri e i Decibel, Fast Animals and Slow Kids, Andrea Scanzi e Filippo Graziani

Grande musica, quindi, a partire dal concerto inaugurale di Enrico Ruggeri con i suoi Decibel (Silvio Capeccia e Fulvio Muzio), che giovedì 3 agosto, alle 21.30, porteranno sul palco eugubino l’acclamato tour della reunion a 40 anni dai loro esordi. I pionieri del punk italiano proporranno i brani dal nuovo album – Noblesse Oblige – e un viaggio tra i pezzi più noti di una carriera fulminante che ha segnato la musica italiana degli ultimi decenni. E anche venerdì 4 agosto, sempre alle 21.30, protagonista della serata del Gubbio DOC Fest sarà un rivoluzionario della musica tricolore: Andrea Scanzi e Filippo Graziani presenteranno il loro Fuochi sulla collina, spettacolo dedicato al genio di Ivan Graziani, il primo a far davvero dialogare rock e cantautorato, amato ancora tanto ma mai ricordato abbastanza. Nel segno di un nome di culto nella scena italiana è anche la serata di venerdì 5 agosto, quando alle 21.30 arriveranno in piazza Grande gli Afterhours. Manuel Agnelli e soci (Roberto Dell’Era, basso; Rodrigo D’Erasmo, violino; Xabier Iriondo, chitarre; Stefano Pilia, chitarre; Fabio Rondanini, batteria) sbarcano in Umbria per il loro tour estivo, un live che si annuncia potente e suggestivo per celebrare i primi 30 anni di attività del gruppo. Prima di loro, sul palco del Gubbio DOC Fest saliranno i Fast Animals and Slow Kids, amatissimi nuovi alfieri dell’alternative rock italiano, per l’unico concerto umbro del tour estivo di “Forse non è la felicità”. Ad aprire la serata, un dj set a cura di Rollover Staff.

Gubbio DOC Natura/Cultura, omaggio all’appennino umbro-marchigiano

Accanto alla musica, il Festival svilupperà quest’anno una sezione DOC/Natura/Cultura dedicata a vita, sapori e colori dell’appennino umbro-marchigiano e del territorio eugubino, cha ne costituisce una parte essenziale. Dal 3 al 6 agosto, in vari luoghi del centro storico di Gubbio, spazio alla mostra-mercato delle eccellenze enogastronomiche del territorio e a esposizioni fotografiche dedicate allo splendido paesaggio rurale nel territorio collinare del comune di Gubbio e al Parco dei Monti Sibillini. E poi visite guidate, incontri con produttori, escursioni didattiche dedicate agli aspetti geologici, botanici, paesaggistici e storici del territorio. Particolare attenzione per i prodotti agro-alimentari dei territori, contribuendo a sostenere le attività degli imprenditori agricoli che fanno della produzione, trasformazione e commercializzazione diretta il loro marchio di qualità. Uno spazio particolare verrà dedicato alla proposta di candidatura di una parte del paesaggio rurale eugubino a far parte del Registro Nazionale del Paesaggio Rurale Storico.

Info e biglietti: http://www.gubbiodocfest.com/

Download PDF
Share This Post On