ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO. DA PERUGIA UNA PORTA SULL’EUROPA E SUL FUTURO

Medling 1(cultura) – Alternanza scuola-lavoro con lo sguardo rivolto all’Europa e al mondo. Proseguono, lunedì 12 e giovedì 16 febbraio, nelle aule della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici (SSML) di Perugia, a Case Bruciate, gli appuntamenti formativi, tra teoria e pratica, dedicati ai giovani studenti delle scuole superiori dell’Umbria. “Due classi del nostro istituto – esordisce Mirco Michelsanti, docente di tedesco al liceo ‘Jacopone da Todi’ – hanno già partecipato al primo incontro di gennaio, dedicato all’Unione Europea e Istituzioni Europee dal punto di vista giuridico e linguistico. Per loro, una trentina di studenti del 4° anno, è stata un’esperienza molto importante, perché hanno affrontato argomenti di grande attualità che spesso non si riesce ad approfondire in classe”. Da Perugia arrivano invece gli studenti dell’ITAS Giordano Bruno, istituto dalla forte vocazione internazionale, con un indirizzo linguistico (con tre lingue straniere: inglese, francese e una a scelta tra tedesco e spagnolo) e con il corso EsaBac (che consente agli allievi italiani e francesi di conseguire attraverso un unico esame due diplomi contemporaneamente: l’Esame di Stato italiano e il Baccalauréat francese). “Stanno partecipando oltre 40 nostri studenti – spiega la professoressa Daniela Silvi Antonini, tutor dell’alternanza per l’Istituto perugino – nell’ambito di una convenzione triennale con la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici. Per i nostri studenti è una bella full immersion che li mette in contatto con un ambiente altamente formativo, dandogli anche importanti indicazioni per il proprio futuro, che sia il proseguimento degli studi o l’avviamento professionale. L’alternanza scuola-lavoro è una grande opportunità, e deve essere valorizzata nel migliore dei modi: partecipando ad iniziative come questa si va nella giusta direzione. Non a caso già diversi nostri studenti hanno manifestato l’interesse a proseguire la propria carriera scolastica avvicinandosi al mondo dell’interpretariato e della mediazione linguistica. Hanno scoperto, toccando con mano, opportunità nuove che magari prima non conoscevano, e hanno deciso di percorrerle”. In tal senso va proprio l’appuntamento di lunedì 12 febbraio alla SSML, con “Proporre e proporsi”, corso teorico-pratico rivolto ai giovani per aiutare a valorizzare le proprie qualità nel rapporto con il mondo del lavoro. L’incontro fornirà agli studenti gli strumenti per saper parlare efficacemente in pubblico, al telefono o via mail, e affrontare e gestire al meglio un colloquio di lavoro. Come acquisire maggiore sicurezza in se stessi? Come rafforzare la propria immagine? Saranno questi alcuni degli aspetti che verranno affrontati a cura di Andrea Proietti di “Trend in motion”. Giovedì 16 febbraio, invece, gli studenti dei progetti di alternanza scuola-lavoro (che quest’anno vede la partecipazione di classi anche dal Liceo classico “Federico Frezzi – Beata Angela” di Foligno e dal Liceo linguistico – Campus “Leonardo da Vinci” di Umbertide), prenderanno parte alla giornata di studi su “Lingue e culture in contatto: aspetti testuali e traduttivi”, in cui si analizzerà con docenti ed esperti italiani e spagnoli la lingua spagnola in contatto con altre lingue e culture, in una dimensione esplorata nelle sue varie espressioni testuali (letterarie ma non solo) e nelle dinamiche della traduzione. Contatto come occasione di presa di coscienza e di conoscenza che implica, allo stesso tempo, il rispetto di sé e dell’altro da sé. In un contesto internazionale caratterizzato dalle complesse implicazioni del processo di globalizzazione, infatti, che rende centrali e di grande attualità i fenomeni connessi alla convivenza e all’interazione di lingue e culture diverse, l’interculturalità mette in evidenza la necessità di promuovere il dialogo e lo scambio tra le varie componenti della società, come momento cruciale di apertura e di arricchimento reciproco.

Download PDF
Share This Post On